Natale ha qualcosa di speciale….

Natale è arrivato e con se ha portato tanti pensieri verso le persone amate lontane…

Vivere lontani non è facile, specialmente se per il lavoro o qualsiasi altra ragione non si può raggiungere la propria famiglia a natale. Un po’ perchè mi piace l’idea di cenare tutti insieme facendo confusione attorno alla tavola, un po’ perchè sono una sentimentalista, per me è sempre stato importante essere coi miei cari il 24-25-26 dicembre. Da un paio d’anni non succede. Lo scorso è stato orribile…ero in uno stato mentale confuso, senza sapere a cosa, chi o dove appartenevo e mi ero ripromessa che quest’anno non sarei mancata. Volevo rivivermi quella eccitazione che c’e prima di andare dalla nonna la notte del 24, appoggiare i regali sotto l’albero e andare al tavolo cercando di tenere i bambini lontani dai regali fino a quando almeno il primo era stato servito… Chiacchierare del più e del meno scartando i cioccolatini e cumulando una montagnetta di stagnola colorata vicino al bicchiere. Vedere il mio papà nel solito posto, di fronte al nonno, che discutono di politica sfociando nell’inevitabile litigio dopo nemmeno un’ora a causa delle troppo diverse idee. Lo zio ingegnere che ogni anno si concentra a cercare di capire il funzionamento dei giochi regalati ai piccini per spiegarglielo con orgoglio. La nonna che ancora mi prepara una porzione gigante di gamberoni in umido perchè da piccola era l’unica ragione per la quale mi sedevo al tavolo. Piccole cose che mancano.

Ma le cose cambiano, si va avanti e si impara ad andare avanti. Quest’anno ho passato un natale meraviglioso e mi sono interrogata sul fatto che, nonostante non ho più vissuto le mie abitudini, ho comunque sentito tanto affetto attorno a me. Dai miei genitori lontani, dai parenti del mio ragazzo inglese nella loro casa, dagli amici qui e laggiù..

Ne ho tratto che non importa seguire lo schema, rifare la stessa strada, essere nello stesso posto quando ci si aspetta di esserci. L’importante è prendere le cose come vengono, senza aspettarsi qualcosa in particolare perchè in quel modo gli avvenimenti soprendono positivamente. E fanno bene al cuore. E ti stampano il sorriso sulla faccia. E ti fanno amare ciò che hai.

Immagine

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s